lunedì 24 febbraio 2014

Area metropolitana: Interventi correttivi sulla legislazione degli Enti Locali

Il confronto tra Governo ed Enti Locali promosso dall'Associazione Campania Domani

Il tavolo dei relatori
Campania Domani, mette sul tavolo il tema, più che mai attuale, delle relazioni tra Governo centrale ed Enti Locali. Ad aprire i lavori nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, David Lebro, Presidente dell’Associazione culturale, che introduce gli ospiti tirando al centro i fili con cui tessere la discussione: il percorso intrapreso dal Comune di Napoli per superare il disavanzo e gli ostacoli trovati in sede di controllo da parte della Corte dei Conti, il passo importante dell’adesione ai decreti legge 35 e 174, un contesto di riforme istituzionali che ha protagoniste l’abolizione delle province e la costituzione delle aree metropolitane, i problemi comuni alle realtà politiche locali ed un equilibrio legislativo ancora da trovarsi tra i diversi livelli istituzionali. Questi gli argomenti su cui si sono espressi Paolo Tarantino, Presidente della Commissione Enti Locali dell’ODCEC di Napoli, Antonio Del Giudice, Sindaco di un piccolo Comune quale Striano, Vincenzo Figliolia, Sindaco del Comune di Pozzuoli, Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli e infine Gianpiero Bocci, Sottosegretario al Ministero degli Interni con delega agli Enti Locali. La discussione al tavolo ha messo l’accento sulla necessità di una più virtuosa distribuzione di autonomie e responsabilità e sul difficile ruolo di cui sono investiti i rappresentanti della politica locale, chiamati per primi a render conto del proprio operato, ma lasciati troppo spesso dal Governo nazionale ad ottemperare ai propri impegni con angusti margini di manovra. A portare i saluti del Consiglio Comunale di Napoli è il Presidente Raimondo Pasquino, il quale sottolinea l’importanza di questi tavoli di confronto che, inoltre, come egli stesso sottolinea, ben rispecchiano il modus operandi dell’Aula consiliare, da sempre impegnata su due fronti, quello istituzionale di rientro del debito e quello politico di sensibilizzazione del Governo centrale. L’importanza della collaborazione tra il Comune e l’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli è sottolineata dal vicepresidente Maurizio Corciuolo che fa luce sulle delicate azioni di controllo dei bilanci comunali. Corciulo infine ringrazia il Sindaco di Napoli de Magistris che ha dato all’Ordine la possibilità di adottare Piazza dei Martiri e dare così un evidente segnale di vicinanza ed attaccamento alla città.

di Alessia Nardone

Nessun commento:

Posta un commento