lunedì 24 febbraio 2014

Convegno di Campania Domani su Enti Locali:i protagonisti

PAOLO TARANTINO, Presidente ODCEC Napoli, sottolinea prima di tutto l’importanza di un confronto aperto tra le Autorità Amministrative e i Revisori Contabili e snocciola alcuni dati relativi alla finanza locale e nazionale “Se andiamo a vedere gli ultimi otto anni, la finanza locale ha partecipato e contribuito agli obiettivi della finanza statale per ben sedici miliardi di euro, di questi, la contribuzione maggiore si è avuta sotto forma del Patto di Stabilità che ha visto ridurre la spesa per gli Enti Locali”. Tarantino continua il suo intervento invitando i presenti ed in particolar modo, l’Onorevole Bocci, a prestare maggiore attenzione all’applicazione delle norme in materia di tributi locali ed afferma “Per i Comuni oggi è diventato difficile se non impossibile continuare a tagliare i costi. Secondo il mio parere da tecnico ritengo che la norma deve stabilire cos’è l'avanzo pregresso e permettere ai Comuni di lavorare in autonomia”. Paolo Tarantino
Antonio Del Giudice ANTONIO DEL GIUDICE, Sindaco del Comune di Striano, apre il suo intervento con un puntuale excursus sulla situazione economica del Comune che amministra “abbiamo subito nel 2013 un taglio di un milione e cento mila euro. Ci siamo così trovati in grande difficoltà per garantire tutti i servizi alla Città, dai trasporti pubblici fino all'energia elettrica, ci ritroviamo quindi a fare da esattori ai nostri cittadini però le tasse le mandiamo a Roma. I patti con il Governo sono imprescindibili, noi abbiamo una raccolta differenziata del 70% e non posso togliere un euro ai miei cittadini sulla TARES”. Infine il Primo cittadino di Striano rivolge un appello all’Onorevole Bocci “ormai le persone si inventano di tutto pur di non pagare le tasse, la pressione fiscale sui cittadini è insostenibile”.
VINCENZO FIGLIOLIA, Sindaco di Pozzuoli, ha focalizzato il suo dibattito su quella che egli stesso definisce una vera emergenza ossia la questione finanziaria degli Enti Locali. “I continui tagli di trasferimenti agli Enti locali che hanno caratterizzato le scelte delle legislature, mascherati sotto le sembianze del federalismo, stanno impedendo ai Comuni di svolgere il ruolo storico di erogazione di servizi ai cittadini e di presenza dello Stato sul territorio. Qualcuno al Governo si è accorto che negli ultimi anni nonostante i tributi comunali siano quasi triplicati, vi è stato una pari riduzione fiscale ed erariale? Non mi risulta.” – continua ancora Figliolia che, in conclusione suggerisce- “C'è bisogno di un drastico cambio di rotta, adottando tutte le misure necessarie, garantendo una vera autonomia finanziaria ai Comuni, la stabilità della normativa fiscale, la riduzione della spesa pubblica comunale e una vera e pratica lotta all'evasione fiscale”. Vincenzo Figliolia
Luigi de Magistris LUIGI DE MAGISTRIS, Sindaco di Napoli, va diretto al punto e parlando della riforma sugli Enti locali, invita i colleghi Sindaci a “lavorare tutti insieme senza litigare su ideologie diverse”. Prosegue chiarendo cosa ha significato e cosa continua a significare per Napoli l’adesione al pre dissesto e l’ultimissima bocciatura da parte della Corte dei Conti del Piano di riequilibrio “La Corte dei Conti deve accompagnare il lavoro dei Comuni, non solo giudicare se un Comune è credibile o no. Far quadrare i conti è molto semplice per alcuni: licenziamenti a tappeto, chiusura delle scuole, non fare refezione. L'Italia è sempre stata la nazione dei Comuni allora cominciamo da qui, dalle aree metropolitane e prendiamoci oggi le nostre responsabilità e autonomie. Come abbiamo detto più volte con il Presidente Napolitano, senza Sud non c'è unità d'Italia”.
GIANPIERO BOCCI, Sottosegretario agli Interni, dopo aver ascoltato le istanze di tutti gli intervenuti al convegno, ha concluso i lavori ammettendo la necessità di effettuare opportuni correttivi sulla legislazione degli Enti Locali e dando un chiaro messaggio di sostegno agli amministratori locali. Nel merito della questione e in riferimento al Decreto legge n.35, il Sottosegretario rassicura il Sindaco de Magistris “presto saranno disponibili 7 miliardi di euro da parte della Cassa Depositi e Prestiti, destinati a Regioni e Comuni. Soldi fondamentali per la realizzazione di piccole opere pubbliche”. La legge n.174, invece, afferma l’On. Bocci, va rivista nella sua struttura. Sostiene l’idea di fornire maggiore autonomia agli Enti e su questa linea dichiara la necessità “di trovare interventi che consentano ai Comuni, dove la Corte dei Conti non ha approvato il riequilibrio finanziario, di rivedere i loro piani di bilancio e ripresentarlo con le dovute modifiche”. Conclude, infine il suo intervento definendo i Sindaci come l’espressione vera dello Stato sul territorio e continua “Noi al Governo abbiamo il dovere di fare molto di più per i Comuni”. Luigi de Magistris

di Alessia Nardone

Nessun commento:

Posta un commento