giovedì 19 febbraio 2015

Papa a Napoli, Comitato civico Carlo III: pronto ad accoglierlo con una grande festa.

Per l’occasione previsto il rintocco dell’orologio di Palazzo Fuga, fermo dal 1980.

di Alessia Nardone



In occasione della visita di Papa Francesco a Napoli, prevista per il prossimo 21 marzo, la città sta lavorando a tutta una serie di iniziative che renderanno indimenticabile l’attesissima giornata.

In particolare, il Comitato civico Carlo III e Palazzo Fuga, un comitato attivo da anni nella difesa e valorizzazione del territorio, ha deciso di omaggiare il Papa argentino, organizzando una grande festa sullo scalone principale dell'ingresso del Real Albergo dei poveri, con tanto di striscioni, bandiere e stendardi.
Sarà una festa a tutti gli effetti –spiega Osvaldo Vicente De Mase, componente del Direttivo del “Comitato civico Piazza Carlo III e Palazzo Fuga”-, ci saranno tanti bambini delle Parrocchie di Sant'Antonio Abate e di San Tarcisio ai Ponti Rossi, oltre all’intero Comitato, che parteciperà in massa alla visita del Santo Padre”.

Il dottor De Mase, argentino di origine e trapiantato a Napoli da decenni, negli anni ‘70 ha frequentato il corso di Medicina all'Universidad del Salvador a Buenos Aires, dove ha avuto l’opportunità di conoscere i Padri Gesuiti e, in particolare, proprio Padre Jorge Mario Bergoglio che ricorda con stima e affetto.

"Stiamo facendo il possibile -continua ancora De Mase- per sensibilizzare l’Amministrazione comunale affinchè il Papa possa essere accolto a piazza Carlo III con il rintocco dell'orologio di Palazzo Fuga, orologio ormai fermo dai tempi del terremoto del 1980 e che, grazie ad una nostra richiesta al Sindaco de Magistris, è ormai prossimo al restauro”.

Una delle piazze simbolo della città, dunque, è già pronta e si sta dando molto da fare per assicurare un’accoglienza impeccabile all’attesissima visita di Papa Bergoglio alla capitale del Sud.

Nessun commento:

Posta un commento