venerdì 28 agosto 2015

Santa Maria Francesca: patrona delle donne sterili e in gravidanza

di Teresa Uomo

Anna Maria Rosa Gallo, venerata come Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe è stata una religiosa italiana. È oggetto di una particolare devozione a Napoli dove è considerata la patrona dei Quartieri Spagnoli e delle donne sterili e in gravidanza.


All'età di sedici anni, manifestò al padre il desiderio di entrare nel Terz’Ordine francescano alcantarino, ma questi glielo impedì, perché l’aveva promessa in sposa ad un ricco giovane che ne aveva chiesto la mano. Solo qualche tempo dopo, nel settembre 1731 il padre si lasciò persuadere da un Frate Minore francescano, Padre Teofilo, ad acconsentire che la figlia divenisse terziaria francescana.

L'8 settembre 1731, Anna Maria pronunciò i voti prendendo il nome di Maria Francesca delle Cinque Piaghe, per la particolare devozione che aveva verso la Passione di Cristo, San Francesco e la Madonna.

Secondo i suoi seguaci, la donna possedeva il carisma della profezia. Avrebbe, infatti, predetto molti eventi, poi avvenuti a persone di fede e sacerdoti, che si rivolgevano a lei come guida e consigliera. E’ considerata, inoltre, stigmatizzata come San Francesco in quanto, ogni venerdì e per tutta la durata della Quaresima, riferiva di avvertire i dolori della Passione di Cristo.

Oggi è particolarmente venerata a Napoli, soprattutto dalla popolazione dei Quartieri spagnoli, che invocò la sua protezione anche durante la seconda guerra mondiale.

La casa ed il Santuario di Santa Maria Francesca
La piccola chiesa santuario di vico Tre Re 13, ricavata vicino alla sua casa, è oggi meta di continui pellegrinaggi, e la casa convento è continuamente visitata. In particolare, all'interno del convento vi è una sedia ritenuta miracolosa dai fedeli. È la sedia dove solitamente Maria Francesca sedeva per riposare e trovare sollievo mentre avvertiva i dolori della Passione.

Oggi chi vuol chiedere una grazia alla santa, vi si siede rivolgendole una preghiera. Questo rituale è particolarmente seguito dalle donne sterili che desiderano il concepimento di un figlio. Nella casa convento è custodita un'ampia collezione di ex voto in argento che rappresentano neonati.

Forte e toccante è la testimonianza di una donna che, esattamente un anno fa, decise di organizzare una preghiera “comunitaria” a Santa Maria Francesca. Questa donna desiderava tanto una gravidanza, ma le sue speranze erano ridotte ad un lumicino. Ebbene oggi, a distanza di un anno esatto, ella aspetta una femminuccia che, naturalmente, si chiamerà Maria Francesca.

Nessun commento:

Posta un commento