martedì 15 settembre 2015

Napoli: al via ripristino giostrine piazza Nazionale

di David Lebro

E’ ufficiale. Entro pochi giorni le giostrine per bambini ritorneranno ad abbellire piazza Nazionale, una grande soddisfazione per tutti i cittadini e, soprattutto, per i più piccoli, che finalmente potranno tornare a fruire pienamente del parco giochi. I lavori di istallazione, per un importo complessivo di circa € 13.000, sono già iniziati e, tra qualche giorno, una delle piazze più importanti della città sarà dotata nuovamente di giochi a molla, scivoli ed altalene, prevedendo anche apposite strutture per i disabili.
Le giostrine smantellate
Quella delle giostrine di piazza Nazionale è una battaglia cominciata circa due anni fa, quando per disposizione della IV Municipalità furono completamente smantellate e sottratte alla fruizione dei più piccoli. Appurata la notizia, il gruppo consiliare “La Città-Campania Domani” ha subito presentato un’interrogazione al sindaco de Magistris per capire se e quali azioni avesse intenzione di intraprendere per ripristinare un parco giochi che, è bene ricordarlo, era diventato un punto di riferimento fondamentale per l’intero quartiere.

Il parco, infatti, fu realizzato nel 2009 con l’obiettivo di dotare la piazza di un servizio che potesse intercettare i bisogni di mamme e bambini della zona, che prima erano costretti ad allontanarsi un bel po’ prima di trovare una struttura adeguata. La scelta di dotare la piazza di giostrine in legno capaci di stimolare la fervida fantasia dei più piccoli, inoltre, fu presa prestando particolare attenzione allo sviluppo estetico, strutturale e costruttivo del luogo, richiedendo l'impiego di materiali idonei sia ai bambini sia all'integrazione nel contesto che ospitava i giochi.

A distanza di due anni, dunque, siamo arrivati all’epilogo di questa assurda vicenda, che, grazie alla sensibilità dell’Amministrazione comunale, fortunatamente si è conclusa nel migliore dei modi.

Ora è necessario assicurare una manutenzione programmata delle strutture per garantire la sicurezza dei più piccoli che ogni giorno le utilizzano e, allo stesso tempo, potenziare il più possibile la vigilanza sul territorio al fine di prevenire eventuali atti vandalici.

Solo così potrà preservare realmente il bene comune e garantire la sua salvaguardia nel tempo.

Nessun commento:

Posta un commento