giovedì 10 dicembre 2015

Baci Perugina con la Polizia di Stato a Ponticelli per il progetto teatrale itinerante “Like – Storie di vita online”

di Gennaro Tullio

Metti insieme un quartiere difficile di Napoli, Ponticelli, la Polizia di Stato e la collaborazione di un noto brand di cioccolatini, Baci Perugina, e otterrai la campagna educativa itinerante “Una vita da social” che coinvolge oltre 400 studenti degli istituti superiori della città di Napoli. All’interno di questo progetto, presentato ufficialmente a Napoli, ma che farà tappa nelle principali città italiane coinvolgendo migliaia di studenti, ci sarà la rappresentazione teatrale “Like – Storie di vita on line” sullo scottante tema del cyber bullismo.
 
L’obiettivo di questa manifestazione è rendere la rete sempre più sicura per evitare che i gravissimi episodi di cronaca, culminati con il suicidio di alcuni adolescenti ed il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto della rete, possano ripetersi. La parola intesa come dono ma anche come responsabilità, è il messaggio veicolato dallo spettacolo. Precisamente dall’Istituto Sannino Petriccione di Ponticelli, che già aveva ospitato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’inaugurazione dell’anno scolastico, parte l’hashtag #UNAPAROLAEUNBACIO, il messaggio d’amore dei ragazzi napoletani per dire no al cyberbullismo e a tutte le forme di violenza verbale e non.

Lo scopo è quindi rendere protagonisti i ragazzi di un grande messaggio d’amore contro la violenza e le parole offensive che girano in rete, che degenerano purtroppo spesso in atti di bullismo. Lo rappresentazione teatrale è ispirata ad una drammatica vicenda di cronaca avvenuta a Roma il 20 novembre 2012, quando il quattordicenne Andrea Spezzacatena, studente di liceo, si tolse la vita all’interno della propria abitazione. Solo tempo dopo la famiglia scoprì che Andrea era stato vittima di pesanti attacchi tramite un social network e accusato di essere gay e deriso con l’appellativo “il ragazzo dai pantaloni rosa”. “Like-Storie di vita online” invita a far riflettere gli studenti sul peso delle parole facendo leva sulle emozioni. In questa occasione, Baci Perugina coinvolge gli oltre 500 studenti facendoli diventare interpreti di frasi che contengano messaggi d’amore, non solo attraverso cartigli virtuali da far vivere sui social network, ma anche con un maxi-cartiglio dove poter scrivere il proprio personale messaggio d’amore contro il cyberbullismo. Al termine dello spettacolo, le dediche saranno raccolte e alcune di queste saranno estratte per essere lette insieme. Sarà, infine, realizzata una grande scatola ad hoc i cui cioccolatini conterranno i cartigli col messaggio d’amore più bello e significativo, scelto da Baci Perugina, da regalare alla classe dello studente autore della frase.


Nessun commento:

Posta un commento