mercoledì 26 ottobre 2016

Carla Fracci sceglie Napoli e il Teatro San Carlo per festeggiare i suoi 80 anni

di Maria di Mare

Carla Fracci
Carla Fracci è nata a Milano il 20 agosto 19... Di solito l'età di una signora non si dice, soprattutto se parliamo di una signora così famosa come la Fracci. Eppure non è questo il caso. Sarà che una signora come lei, una che è stata insignita nell'83 del titolo di Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, nel 2000 della Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte, nel 2003, su iniziativa del Presidente della Repubblica, del titolo di Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, della sua età può farne solo un vanto. 

Ricominciamo quindi. Carla Fracci è nata a Milano il 20 agosto 1936 e quest'anno festeggia i suoi 80 anni. La Fracci, che è stata assessore alla cultura della provincia di Firenze, dal 2009 al 2014, inizia la sua storia con la danza a soli 10 anni quando si iscrive all'Accademia di danza del Teatro alla Scala. Si diploma nel 1954 e, dopo essere diventata ballerina solista, a soli 22 anni, diventa prima ballerina. La sua carriera decolla anche oltreoceano, infatti, tra gli anni ‘50 e ‘70 collabora con compagnie inglesi, come il London Festival Ballet, Sadler's Royal Ballet, la compagnia svedese Royal Swedish Ballet, e l'americana American Ballet Theatre.

Con la città di Napoli ha intessuto negli anni un rapporto fatto di professionalità artistica e trasporto umano: diverse sono le opere che l'hanno vista protagonista al San Carlo, da “Giulietta” alla “Signora delle Camelia”, ma il suo rapporto con Napoli e con la napoletanità più profonda si ha nel 1996 con un'opera liberamente ispirata a “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo.

Per festeggiare i suoi 80 anni il Teatro San Carlo ha organizzato due serate d'eccezione inserite nella rassegna “Autunno Danza”, il 26 ottobre alle 20:30 ci sarà lo spettacolo “La Musa della Danza”, e la sera successiva, alle 18:00, lo spettacolo intitolato “Auguri Carla!”. Il programma delle due serate si articolerà in una sequenza di estratti da vari opere: si inizierà con un passo tratto da “Lo spettro della rosa”, a seguire “La bella addormentata”, “La Silfide”, “Loop”, “Black Stone”, e tanti altri. 

A rendere omaggio alla Prima Ballerina ci saranno grandi nomi del mondo della danza, a chiusura di serata si assisterà ad una coreografia di Giuseppe Picone, con lo stesso Picone e il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo, che porteranno in scena i “Carmina Burana”. L'ultima volta che Carla Fracci ha calcato le assi del palcoscenico del San Carlo è stato nel 2013 con “das Marienleben – Sogno annunciazione vita di Maria”, per queste due serate si prevede non solo la partecipazione della stessa Fracci, ma anche di altre ètoiles ed importanti ospiti internazionali.

Non mancano le polemiche, a partire dall'annuncio della Fracci di non presenziare alla prima di “Giselle” presso il Teatro alla Scala, motivato da una scarsa preparazione e dalla troppa fretta dell'organizzazione. Per i festeggiamenti del suo compleanno non ha scelto la sua città natale.

L'ètoile è stata perentoria, nonostante lo spettacolo milanese vedrà in scena grandi artisti ed interpreti quali Svetlana Zakharova e Roberto Bolle, ed ha ribadito la preferenza per il capoluogo partenopeo con le seguenti parole “credo di avere dato tanto a Milano, ma in questo caso Napoli è stata molto più generosa: mi festeggerà con due serate di gala il 26 e 27 ottobre”.


Nessun commento:

Posta un commento