martedì 22 novembre 2016

La Campania in video: spot, tv e cinema "riscoprono" la nostra bella regione

di Danilo D'Aponte

Andato in archivio il ponte dei morti, con Napoli e altre località campane che si attestano ancora saldamente nelle posizioni alte delle presenze turistiche, come da qualche annetto a questa parte, era normale che le luci dei riflettori si riaccendessero sulla Campania. E se il colosso mondiale Sky ha fatto arrovellare qualche testa circa i meriti artistici e la fedeltà di "Gomorra", la celebre serie televisiva ispirata all'omonima opera letteraria di Roberto Saviano, ci sono ben più di un motivo per sorridere e ricordarci della bellezza delle nostre terre.

Un estratto dello spot della Ferrero
E’ di recente realizzazione, infatti, una campagna pubblicitaria di Ferrero che, in una serie di spot dedicati alle maggiori città italiane, funge perfettamente da catalizzatore per il turismo e la riscoperta di bellezze che spesso diamo per scontate. Ma la portata internazionale che possono avere marchi tipicamente "Made in Italy" non sono l'unica ragione per gongolare, perché la Campania sembra essere rientrata nelle sfere di interesse dei produttori cinematografici (e non, come per la campagna pubblicitaria di Dolce & Gabbana). In questi giorni si sta girando a Napoli un film con protagonista il noto attore, nonché regista, sceneggiatore e musicista, Rocco Papaleo. L'artista lucano sta infatti recitando in "Bob & Marys" in coppia con Laura Morante, diretti da Francesco Prisco. Set napoletano del film è stato nel mese di ottobre Piazza Carità.

Napoli è stata poi scelta da un altro grande del cinema italiano, Fernan Özpetek, che nei primi mesi del nuovo anno, e non prima (perché impegnato con "Rosso Istanbul", dedicato alla sua città natale), girerà "Napoli velata", come annunciato al Festival internazionale del cinema di Venezia, nel quale il regista turco, naturalizzato italiano, era in vesti di giurato. 

Di altro respiro internazionale sarà il film diretto da Rupert Everett, attore e regista britannico molto legato al capoluogo campano (tanto da farvi ritorno spesso), impegnato in un progetto wildiano vecchio di tre anni: "The happy prince" (Il principe felice), film biografico su Oscar Wilde. Nel momento in cui vi scrivo sono in corso riprese a Posillipo, dove viene ricostruito uno scandaloso viaggio dell'artista inglese. Il tutto per ricostruire l'anima dark di Napoli che, nelle parole dello stesso Everett, funge anche da regalo alla città perché: "Mi sono innamorato di Napoli".


Tornando a parlare di opere nostrane che hanno Napoli come loro sfondo si registrano "La tenerezza" di Gianni Amelio, ma anche la fiction Rai "I bastardi di Pizzofalcone" con Carolina Crescentini e Alessandro Gassman (che veste i panni dell'Ispettore Lojacono, nato dalla penna di Maurizio de Giovanni), ma anche "I falchi" con Fortunato Cerlino.

In realtà Napoli non è la sola ad aver attratto l'interesse della cinematografia mondiale. Dopo la recente "Pompei" di Wes Anderson a tema "epico", avremo Wonder Woman, la celebre principessa amazzone, storica protagonista di serie televisive e fumetto americano, che si è battuta tra le spiagge di Marina di Camerota e Palinuro. Riprese purtroppo marchiate dal peccato di non aver potuto usufruire dell'Arco naturale, come sperato invece della produzione, a causa delle lungaggini della manutenzione, che ha intaccato la bellezza dello stesso con impalcature di sostegno.

Nessun commento:

Posta un commento