venerdì 24 febbraio 2017

Le 5 migliori app per trovare lavoro in Italia

di Noemi Colicchio

È ormai risaputo che la più grande esigenza riconosciuta a livello mondiale per l’umanità sia non sprecare il proprio tempo in procedimenti inutilmente lunghi. La cultura dello smart è penetrata così a fondo anche in mentalità difficili da plasmare come quella italiana, che i più grandi progetti imprenditoriali stanno sorgendo per dare risposte facili e veloci a tutti i possibili quesiti dei consumatori.
È altresì vero che una delle problematiche cui ancora nessuno startupper è stato in grado di dare risposta definitiva è il placement degli utenti in cerca di lavoro. Bacchette magiche purtroppo ancora non sono disponibili sul mercato, dunque alle menti più creative il compito di far incontrare nella maniera più intuitiva possibile domanda e offerta, anche di lavoro. Professionalità spendibili su diversi mercati spesso inconsapevoli di esserlo, rischiano di inviare curricula in giro senza ottenere risposta perché proiettati nell’ambito sbagliato. Aziende in attesa del candidato ideale si atrofizzano sulle loro posizioni e “requisiti indispensabili”, senza prendere in considerazione l’immenso orizzonte di opportunità che Internet offre loro, spesso per mancanza di tempo. Soluzione? App. 

Ci accompagnano in ogni fase della giornata, per ogni passo che facciamo, ad ogni nostra domanda danno risposta senza fatica alcuna. Perché? Perché sono su mobile e si sa, il nostro cellulare è l’unica cosa che non potremmo mai lasciare a casa. Molte quelle famosissime, che contano milioni di utenti in tutto il mondo, spesso derivati di siti web più che avviati e quindi subentrate in un secondo momento. Ma quali sono le più innovative ed interessanti sul mercato?

Per voi, la classifica delle migliori 5 app per trovare lavoro in ordine decrescente. 

5) ClikLavoro

Pochi la conoscono, eppure si tratta dell’app ufficiale del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali, che fa da appendice alla più famosa www.cliclavoro.it, la quasi omonima piattaforma. Scopo non è quello di creare un mercato in cui rendere possibile l’incontro tra datori e offerenti di lavoro, ma informare gli utenti di bandi, iniziative, aggiornamenti normativi e casi di successo interessanti, per arricchire il loro bagaglio culturale e, perché no, stimolare la loro creatività imprenditoriale!


4) Jobrapido

Nata in Italia nel 2011, ma ormai estesa anche nel resto del mondo. L’app consente di cercare il lavoro adatto alle proprie potenzialità sulla base di due criteri: localizzazione e posizione lavorativa desiderata. Non solo, interessante anche la sezione Blog, con mai banali consigli su come comportarsi per selezionare, ottenere e preservare il lavoro dei nostri sogni.


3) JoeBee

Italianissima l’intuizione di Alessio Abbateianni di creare un’app dedicata all’e-commerce del lavoro, un nuovo modo per vendere e comprare prestazioni occasionali. Chi offre può iscrivere il proprio profilo professionale, con tanto di tariffa oraria, GPS per trovare le richieste più vicine e possibilità di noleggiare tramite la piattaforma le attrezzature necessarie, il tutto in maniera completamente gratuita. Gli acquirenti, invece, potranno scegliere tra un catalogo di professionisti in base a competenze, tariffe e verifica delle loro disponibilità. Anche il pagamento si svolge online, tramite transazioni sicure. E non è tutto! Un sistema di valutazione in perfetto stile Trip Advisor servirà a garantire l’affidabilità dei candidati ai prossimi datori di lavoro. Non c’è che dire, un’ottima idea che viaggia sulla cresta della sharing economy!


2) Infojobs

La più famosa in assoluto probabilmente, ma non al primo posto per noi. Infojobs permette di gestire più curricula contemporaneamente, tenere sotto controllo con appositi Feed Rss le varie proposte di lavoro che potrebbero fare al caso nostro, essere aggiornati quando l’azienda riceve il CV, se è stato scartato o accettato, se ci hanno selezionati per un colloquio e così via. Con quasi 20 anni di esperienza accumulata, è diventata la più importante piattaforma per la ricerca di nuovi talenti in Italia, con oltre 3.000 aziende che ne usufruiscono per attività di recruiting.


1) CornerJob

Al primo posto c’è lei, l’idea imprenditoriale meglio riuscita del settore negli ultimi 5 anni. Ad oggi conta più di 2 milioni di iscritti, operativa in Italia, Francia, Spagna e Messico. Permette agli utenti di registrarsi in meno di un minuto, a titolo completamente gratuito, secondo competenze e localizzazione, e sapere in meno di 24 ore se sono stati preselezionati. D’altro canto sia PMI che grandi imprese possono usufruirne facilmente tramite mobile e selezionare i profili lavorativi meglio rispondenti ai requisiti da loro richiesti, anche attraverso la funziona di chat integrata, che permette un dialogo snello e veloce con i candidati ideali.

Ad oggi, il lavoro ideale è a portata di login!

Nessun commento:

Posta un commento