venerdì 28 aprile 2017

Nuovi finanziamenti della Regione Campania per l’autoimprenditorialità

di Luigi Rinaldi

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 29 del 3 aprile 2017 è stato pubblicato il Decreto Dirigenziale n. 208 del 31 marzo 2017 “Avviso Progetti per autoimprenditorialità”. La Regione mette a disposizione 4 milioni di Euro, di cui 1,5 per l’imprenditoria femminile. Le iniziative imprenditoriali ammissibili sono ditte individuali o cooperative, che potranno usufruire di un finanziamento di 25.000,00 euro pro capite e di percorsi di servizi di orientamento ed accompagnamento all’avvio delle attività, garantiti dalla società in-house della Regione, Sviluppo Campania.

I Centri per l’Impiego saranno il luogo deputato all’approfondimento della misura, svolgendo azione di raccordo nel mercato del lavoro. La Regione Campania intende, dunque, favorire e stimolare la progettazione e la realizzazione di attività imprenditoriali, sia individuali che cooperative, nonché migliorare l’accesso delle donne all’occupazione, mediante l’erogazione di servizi reali e finanziari. Si tratta di un importante investimento diretto al reinserimento occupazionale degli ex percettori di ammortizzatori sociali.

I beneficiari della misura sono: ex percettori di mobilità ordinaria o in deroga (scaduta negli anni tra il 2013 ed il 2017), attualmente senza reddito e residenti in Campania; ex percettori di disoccupazione ordinaria, ASPI, MiniASPI, NASPI, Disoccupazione edile (223/91 e 451/94), scaduta tra il 2012 ed il 2017. La misura, concordata dall’Assessorato al Lavoro della Regione Campania con le parti sociali, nell’ambito degli incontri effettuati per la gestione e destinazione delle risorse autorizzate dal Ministero del Lavoro e dal Ministero dell’Economia per gli ammortizzatori sociali in deroga, va evidentemente a soddisfare la propensione di coloro che manifestano la ferma volontà di intraprendere l’attività di impresa, ma che attualmente risultano soggetti deboli del sistema economico. I soggetti richiedenti sono tenuti ad inviare per via telematica la domanda. Sono ancora in corso di definizione le modalità di sottoscrizione del contratto con il beneficiario e la conseguente erogazione nonché le modalità di monitoraggio dell’attuazione delle attività di autoimprenditorialità.


Nessun commento:

Posta un commento