martedì 30 maggio 2017

La vita di Eduardo diventa una fiction: dirige Mario Martone

di Antonio Ianuale 

Mario Martone ed Eduardo
Sul genio e sulla vita di Eduardo De Filippo è stato scritto tantissimo, le sue opere teatrali sono protagoniste ogni anno nei maggiori teatri italiani ed non mancano adattamenti televisivi dei suoi testi più famosi. Adesso tra l’ampio repertorio sulla vita del celebre drammaturgo napoletano va annoverata anche la fiction: infatti pochi giorni fa è stato svelato il progetto di una serie televisiva su Eduardo diretta da Mario Martone e prodotta da Publispei

Il regista napoletano Martone si cimenterà per la prima volta nella regia di una serie televisiva, mentre si era già approcciato alla letteratura nella pellicola Il Giovane Favoloso, dove ripercorreva la vita di Giacomo Leopardi. Martone solo pochi mesi aveva portato a teatro il testo eduardiano Il Sindaco del Rione Sanità sottolineando la complessità di un’operazione del genere: “De Filippo è stato uno dei più grandi scrittori del Novecento, scavava nell’animo umano, ogni scavo era in rapporto con il contesto sociale. I suoi testi sono complessi, si devono leggere come spartiti con una loro musica, le registrazioni e gli attori che hanno lavorato con lui hanno tramandato i suoi codici”. 

Il ritratto di uno dei maggiori interpreti della tradizione teatrale napoletana non è certo impresa facile, come anche la ricostruzione storica di anni complicati e dolorosi per il nostro paese. Non mancano fonti preziose da cui attingere, ma la scelta è caduta su un testo di grande accuratezza e con un notevole impianto critico: la Vita di Eduardo, dello scrittore e critico teatrale Maurizio Giammusso, una biografia che ricostruisce il De Filippo artista e uomo

Si tratta di una nuova edizione del volume, uscito nel 1993, arricchita da un’introduzione del drammaturgo Premio Nobel, Dario Fo. Giammusso riesce a delineare un profilo esaustivo e completo di De Filippo, spaziando dall’infanzia non facile agli anni del successo, ai rapporti con i fratelli Titina e Peppino, ricostruendo anche un contesto storico come quello del fascismo e del dopoguerra. 

Ci sarà spazio anche per un ritratto del padre naturale dei fratelli De Filippo, Eduardo Scarpetta, e di un altro monumento della cultura napoletana: Totò, protagonista con lo stesso Eduardo della trasposizione televisiva di Napoli Milionaria. La fiction presenta inevitabili riferimenti ai testi più famosi di Eduardo come “Natale in casa Cupiello”, “Napoli milionaria”, “Questi fantasmi”, “Filumena Marturano” fino ai successi cinematografici. 

Quello di Martone non è l’unico progetto televisivo sulla vita di Eduardo de Filippo: infatti la Pepito produzioni ha rivelato, tramite il suo fondatore Agostino Saccà, un progetto iniziato poco più di un anno fa che vede coinvolto l’attore e regista Sergio Rubini che ha preso parte anche alla sceneggiatura di questa fiction che è incentrata sui primi anni della vita di Eduardo: dai suoi rapporti familiari alle sue prime esperienze nel mondo del teatro. Un progetto di cui non si conosce molto altro. 




Nessun commento:

Posta un commento