mercoledì 28 giugno 2017

La Cumana si ammoderna: nuovi treni, orari prolungati e servizio di vigilanza nelle stazioni del mare

di Massimiliano Pennone

La stazione della Cumana di Montesanto a Napoli
A partire da questo mese la linea Cumana di Napoli vedrà finalmente circolare sulla propria rete dei nuovi vagoni destinati al trasporto viaggiatori. Si tratta dell'ET501A, un modello di treno più moderno e più capiente (erano 30 anni che il materiale rotabile non veniva “aggiornato”) inaugurato presso la stazione di Montesanto il 29 maggio scorso. Dodici saranno i treni completamente nuovi che circoleranno sulla rete Cumana e Circumflegrea entro il 2018, ai quali si aggiungono tredici dei vecchi convogli attualmente in uso che verranno revampizzati. Sette di questi sono già in servizio, mentre gli altri sei saranno pronti per la fine dell’anno. Il piano prevede la messa in esercizio di una flotta di 25 convogli nuovi o comunque revampizzati entro la metà del 2018, in modo da garantire la circolazione giornaliera di almeno 18 treni.

Erano 30 anni che non arrivava un treno nuovo sulla Cumana”, ha dichiarato il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio. “Oltre ai treni abbiamo investimenti programmati per il rinnovo dell’armamento per 8,5 milioni e 20 milioni per la sicurezza. Inoltre sono previsti i lavori per il raddoppio del binario della Circumflegrea. In gran parte finanziati, in parte saranno finanziati a breve con il patto per la Campania. Oltre ai treni ed ai binari, servono poi gli uomini. Stiamo preparando un piano triennale di assunzioni che presenteremo al socio Regione. Stiamo poi pensando ad un treno sul tipo “Campania express” per la Cumana che lanceremo nel 2018 e che metterà in collegamento le principali località turistiche ed archeologiche dei Campi Flegrei”. Infatti, a quella dell’inaugurazione dei nuovi convogli, segue la notizia dell’istituzione di un nuovo servizio di vigilanza straordinaria a bordo dei treni. Per tutta l’estate 2017, infatti, personale armato pattuglierà i convogli e le stazioni per garantire la sicurezza dei passeggeri durante le ore di maggiore afflusso turistico. In particolare, saranno presidiate le stazioni di Lucrino e Torregaveta, e verrà intensificato inoltre il servizio di polizia amministrativa.

Il problema della sicurezza a bordo dei treni dell’EAV è infatti un tema particolarmente caldo, con le decine di denunce registrate negli ultimi mesi per aggressioni nelle stazioni e sui convogli di Circumvesuviana e Cumana. A tal proposito, De Gregorio ha infatti più volte manifestato la piena solidarietà al personale, ringraziando i lavoratori di Eav durante l’inaugurazione dei nuovi vettori: “in una stagione di grave crisi del servizio sono loro che ne pagano le conseguenze rispetto agli utenti, talvolta subiscono aggressione, non solo verbali”. Infine, l’aumento del numero dei treni in esercizio potrà garantire nel lungo periodo l’estensione degli orari delle corse: già dalla fine del mese scorso, in via sperimentale e in occasione del Napoli Street Food a Piazzale Tecchio, i treni della Cumana hanno posticipato le ultime partenze a mezzanotte, come non accadeva da 20 anni. Sempre De Gregorio ha infatti dichiarato che, una volta messa l’intera rete a pieno regime, sarà possibile prolungare gli orari di apertura anche nei giorni normali.



Nessun commento:

Posta un commento