venerdì 28 luglio 2017

Avitabile riceve la Medaglia della Città di Napoli per la carriera

di Massimiliano Pennone

Enzo Avitabile
Il Comune di Napoli ha premiato con la medaglia della Città il maestro Enzo Avitabile, artista napoletano poliedrico e simbolo della contaminazione tra generi. Il Sindaco Luigi de Magistris, insieme all’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele, ha conferito il prestigioso riconoscimento all’artista napoletano il 4 luglio scorso nella Sala della Giunta di Palazzo San Giacomo. La medaglia della Città si aggiunge ai due Nastri d’Argento vinti dall’artista sempre quest’anno per le composizioni musicali originali del film Indivisibili, che gli sono valse anche due David di Donatello, Premio Ennio Morricone, Ciak d’Oro, e Globo d’Oro.

Un anno speciale per l’artista, che come ha lui stesso dichiarato ad una recente intervista al Corriere del Mezzogiorno, deve tanto a Jonathan Demme, regista scomparso ad aprile, che gli dedicò il documentario Music Life: “Da quel momento in poi molte persone si sono accorte che Avitabile non era solo world music o soul express ma compositore di oltre seicento opere”.

Nato e cresciuto a Napoli nel quartiere di Marianella, Enzo Avitabile ha studiato sassofono e flauto allo storico conservatorio di San Pietro a Majella, ed ha iniziato ad esibirsi in pubblico già all'età di sette anni. Nel corso della sua carriera, ha collaborato con i grandi della musica nera, come James Brown, Tina Turner e Afrika Bambaataa, considerato fra i padri fondatori dell’Hip-Hop (presente nelle registrazioni del disco “Alta Tensione”).

Ed infatti proprio la capacità di attingere da generi diversi e la voglia di esplorare nuove sonorità che ha contraddistinto tutta la produzione musicale di Enzo Avitabile: dal blues al jazz, passando anche per il reggae e per il folk. Senza dimenticare la musica world, ispirata dai numerosi viaggi intorno al mondo dove ha duettato e registrato con i più grandi artisti del genere.

A partire dagli anni 2000, Avitabile si dedica interamente allo studio e alla riscoperta del patrimonio musicale della propria terra. Inizia così una collaborazione con i Bottari di Portico, gruppo di percussionisti le cui origini risalgono al Dodicesimo secolo, il cui primo frutto è nel 2004 l’album “Salvamm O Munn”.

Non solo, Avitabile ha anche collaborato con diversi artisti visivi fornendo loro la colonna sonora per mostre e illustrazioni, come quella in collaborazione con il celebre fumettista Milo Manara o con gli street artist napoletani Kaf & Cyop, graffitisti “di denuncia” attivi da oltre 20 anni.

"Avitabile - ha dichiarato il Sindaco in occasione della celebrazione - è un gradissimo talento napoletano, è uno degli interpreti contemporanei più grandi che ha saputo mescolare attraverso la musica culture, sacro e profano, tradizione e innovazione. Sa guardare dentro le persone e oltre ogni tipo di confine". Ed è proprio alla città di Napoli che l’artista ha dedicato il premio: "Questa medaglia - ha detto Avitabile - è per me il riconoscimento più importante perché è il premio del cuore. Dedico questo giorno particolare alla mia Napoli, la casa madre, e alla strada che insegna tutto".

Nessun commento:

Posta un commento