venerdì 28 luglio 2017

Ercolano e MAV, fino a ottobre attivi i percorsi serali

di Massimiliano Pennone

Città antica di Ercolano
A partire dal 7 luglio scorso e fino al 6 ottobre, sono attivi i percorsi serali alla città antica di Ercolano. Un programma offerto dalla collaborazione dell’ente Parco Archeologico e il Museo Archeologico Virtuale, con lo scopo di unire in un’unica esperienza la storia antica e le ricostruzioni digitali. Il percorso ha una durata di circa un’ora, durante il quale gli ospiti possono godere di un itinerario che comprende il Sacello degli Augustali, la Casa di Nettuno e Anfitrite, le Terme femminili, la Casa Sannitica e la Casa dei Cervi. Tutti i monumenti sono illuminati per l’occasione e i visitatori possono accedervi anche attraverso le ricostruzioni multimediali fornite dal Museo Archeologico Virtuale.

Ed è proprio il Museo Archeologico Virtuale che quest’anno festeggia il nono anno di apertura al pubblico, «da quel luglio 2008 il MAV è cresciuto, si è trasformato più volte, ha cambiato pelle», ha dichiarato Ciro Cacciola, direttore del centro. «Nei prossimi mesi lo farà di nuovo, con allestimenti, installazioni, tecnologie e spazi inediti dove poter vivere una vera esperienza immersiva, virtuale, multi-sensoriale. Ed in attesa del MAV 4.0 abbiamo preparato un piccolo regalo per tutti nostri amici»

«Grazie alla reciproca collaborazione stretta con il Museo Archeologico Virtuale - ha spiegato il direttore degli Scavi di Ercolano Francesco Sirano - offriamo ai visitatori un suggestivo percorso all’interno dell’Area archeologica. Stiamo lavorando per ampliare e migliorare la fruizione, e nelle prossime settimane sicuramente i visitatori potranno godere di un percorso più completo e attraente perché possano davvero entrare nell’atmosfera del mondo antico. Ho accettato la sfida di trasmettere a tutto il pubblico le straordinarie scoperte che i gruppi di studio internazionali presenti sul sito stanno facendo da alcuni anni, in particolare in questa occasione ci siamo basati sui lavori dell’Università di Toulouse e della americana Washington and Lee University di Lexington».

La realizzazione del percorso è stata possibile grazie all’intervento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo che con il Piano di Valorizzazione 2017 ha dato il via al progetto delle aperture serali straordinarie. Un progetto importantissimo per la valorizzazione del patrimonio culturale del territorio, salutato con soddisfazione anche dal sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, che non esclude ulteriori interventi per il rilancio del Comune: «Stiamo provvedendo alla pubblicazione di un bando per la concessione di spazi espositivi e di vendita di prodotti artigianali su corso Resina e via IV Novembre in occasione delle manifestazioni serali». Di «spinta alle attività di incoming», ha aggiunto l’assessore al Turismo Ivana di Stasio, «non replica della visita diurna ma di esperienza per fruire di aspetti inediti, ulteriore offerta per le serate d’estate anche per i cittadini di Ercolano».


Nessun commento:

Posta un commento