lunedì 30 ottobre 2017

Automotive: premiata a Detroit l'eccellenza campana SAPA

di Massimiliano Pennone

Uno stabilimento SAPA
Il 2 ottobre scorso, la SAPA, impresa originaria di Arpaia (BN) che opera nel settore delle plastiche per automotive, è stata inserita fra le 5 aziende con i brevetti più innovativi nell’ambito dello SPE Automotive TPO Conference a Detroit. La manifestazione è oggi il più antico e autorevole evento mondiale dedicato alle plastiche per l’automotive. Il riconoscimento -l’Innovation Award per l’idea migliore dell’anno- arriva soprattutto per un nuovo brevetto innovativo -interamente made in Italy- dell’azienda, premiata soltanto dietro Ford, vincitore assoluto della competizione.

Il brevetto riguarda una speciale tecnologia di injection gas venting che consente una riduzione di peso e di costo di alcuni componenti in plastica della vettura, con notevoli vantaggi anche sul profilo del processo produttivo e della qualità finale del pezzo. La commissione dell’Innovation Award - il premio attribuito alla più grande innovazione dell’anno - ha talmente apprezzato il brevetto che ha deciso di inserirlo fra i 5 migliori brevetti in assoluto, facendo sì che l’Azienda sorpassasse più di 70 altre aziende del settore, tra cui numerosi gruppi multinazionali.

La Automotive TPO Conference è organizzato ogni anno dalla Society of Plastic Engineers di Detroit, e quest’anno è giunto alla sua 19esima edizione. Tutte le maggiori società di ingegneria del mondo si riuniscono nella “città dell’auto” americana, dove vengono presentati e condivisi i progetti più innovativi del settore e vengono sono premiate le idee più brillanti ed efficaci.

Una sfida che coinvolge più di 50 aziende, fra cui moltissime realtà americane e operanti in tutto il mondo. Molte di queste imprese registrano fatturati a 9 cifre, e mediamente gareggiano ogni anno circa 80 paper tecnici che competono per l’Innovation Award.

Questo riconoscimento del tutto inaspettato ci riempie di orgoglio”, ha dichiarato Giovanni Affinita, Sales strategist e membro del CdA di SAPA. “Siamo arrivati qui a Detroit in punta di piedi insieme ai giganti del settore e ci siamo andati davvero molto vicini. Due mesi fa abbiamo scoperto di avere i requisiti per partecipare al premio per la tecnologia più innovativa dell’anno. Eravamo consapevoli che sarebbe stato come giocare in Champions League col Benevento Calcio contro il Barcellona, ma ci abbiamo provato lo stesso e abbiamo inviato la documentazione necessaria. Dopo soli 2 giorni, la commissione che assegna l’Innovation Award ci ha chiamato per ammettere il nostro brevetto alla competizione. Poi, oggi, la grande sorpresa, ci hanno detto hanno apprezzato molto il vostro brevetto e siamo stati inseriti fra i primi 5.È stato un grande orgoglio sapere che il vincitore era Ford: non siamo stati i primi, ma siamo stati sconfitti con onore da un colosso multimiliardario con un secolo di storia”.

Il gruppo SAPA fu fondato da Angelo Affinita nel 1975 e sin da subito si dedica allo stampaggio ad iniezione per il settore automotive, fornendo produttori come FCA, Volkswagen, CNH, Ferrari. Oggi il gruppo conta 6 stabilimenti in Italia e in Europa, oltre 1.000 dipendenti e 180 milioni di fatturato, con previsione di ulteriore crescita nei prossimi anni.


Nessun commento:

Posta un commento