lunedì 30 ottobre 2017

Capri, il comitato “Via Krupp libera" protesta per il passaggio di gestione ai privati

di Massimiliano Pennone 

Blitz l’8 ottobre scorso ai Giardini di Augusto ed a Via Krupp da parte del Comitato “Via Krupp libera, Via Krupp pubblica” insieme ai componenti del comitato che sta anche raccogliendo le firme per indire il Referendum sul destino della storica strada. Tra i partecipanti anche l’Eurodeputato Andrea Cozzolino

I rappresentanti del comitato composto da Legambiente, Capri excellence, Chi Ama Capri e dal gruppo consiliare di minoranza Avanti Capri contestano la decisione dell’Amministrazione comunale di Capri di assegnare la gestione con project financing ad un privato.

La querelle è iniziata dopo che il Comune aveva preso in considerazione, nel mese di agosto, la proposta avanzata da una società privata di gestire via Krupp ed i Giardini di Augusto per 20 anni, a fronte della manutenzione e monitoraggio del costone. 

Il passaggio avrebbe consentito di fare cassa, trasferendo tutto il ricavato del biglietto d’ingresso ai giardini, unitamente ai proventi derivanti dalle varie manifestazioni che la società potrà organizzare e lo sfruttamento in esclusiva del marchio via Krupp. Cozzolino ha appunto dichiarato: “Non devono essere sprecate le risorse europee e regionali già investite nella zona e si faccia la manutenzione ordinaria. Non c’è nessuna relazione tra la difesa e la messa in sicurezza del costone e la gestione di Via Krupp e dei Giardini di Augusto da parte di privati. Infine è possibile, anche attraverso la Cassa depositi e prestiti chiedere nuovi interventi comunitari per salvaguardare e difendere il patrimonio storico di Capri in un’area cruciale da un punto di vista storico quale quella prossima anche alla Certosa di Capri”.

Alla luce delle dichiarazioni dell’On. Cozzolino”, aggiungono dal Comitato, “e del suo spirito costruttivo e fattivo, il Comitato “Via Krupp libera, Via Krupp pubblica” chiede che l’Amministrazione comunale interrompa la procedura di assegnazione a privati di Via Krupp e dei Giardini di Augusto con project financing per sedersi ad un tavolo insieme alle categorie, alle associazioni, alle forze politiche ed alle rappresentanze istituzionali superiori per arrivare ad una urgente e concreta riapertura della strada”.

Via Krupp è una delle strade più famose di Capri, che collega il centro storico dell'isola con la zona balneare di Marina Piccola. Il magnate tedesco dell'acciaio Friedrich Alfred Krupp, comprò quindi l'intera area compresa fra la Certosa di San Giacomo e il Castiglione e vi fece costruire la strada che oggi prende il suo nome, poiché abitando in una suite del centrale Hotel Quisisana, non riusciva a raggiungere velocemente Marina Piccola, dove teneva ormeggiato il suo panfilo.

Dato che le rocce capresi sono di natura calcarea, via Krupp è sempre stata esposta al pericolo di caduta massi. Per questa ragione la strada ha conosciuto molti periodi di chiusura, talvolta per numerosi anni. Un vero peccato considerando la forza del marchio a livello sia nazionale che internazionale.


Nessun commento:

Posta un commento