mercoledì 18 aprile 2018

Garanzia Giovani e le nuove opportunità

di Noemi Colicchio

Si chiama SelfiEmployment ed è la nuova misura di Garanzia Giovani per l’autoimprenditorialità dedicata a tutti i giovani tra i 16 e i 29 anni che appartengono alla categoria Neet (Not in Education, Employment or Training), termine con cui si indicano tutti i giovani che non seguono ad oggi un percorso di studi né sono impegnati in un lavoro. L’obiettivo è offrire una soluzione occupazionale ai giovani che hanno voglia di mettersi in gioco e credono di avere le carte in regola per puntare su se stessi in quanto imprenditori. Numeri importanti sono stati registrati in particolare tra le fila campane: l’idea di una piccola iniziativa imprenditoriale ha stuzzicato tante menti, riconosciute spesso in percentuale come tra le più brillanti d’Italia, tanto da dedicare loro un fondo ad hoc gestito da Regione Campania e Invitalia che mette a disposizione di imprenditori talentuosi ma privi di mezzi un fondo di investimento che oscilla tra 5.000 e 50.000 € privi di interessi, garanzie e rimborsabili in 7 anni. Qualche cifra? Siamo primi per numero di iniziative presentate e numero di iniziative approvate e finanziate, con 348 su 672 in totale. 

E non finisce qui. È notizia degli ultimi giorni l’apertura di 234 nuove posizioni per tirocini della durata di sei mesi all’interno del Comune di Napoli le cui iscrizioni saranno aperte fino al 20 aprile 2018, finanziati con fondi europei destinati dal Ministero del Lavoro e Politiche Sociali alla Regione Campania. I tirocinanti infatti riceveranno un’indennità di partecipazione pari a 500€. Tante le figure richieste: dagli addetti all’accoglienza agli impiegati, passando per segretari, tecnici ed altre figure. Previa immissione sul campo, sono previsti anche percorsi di formazione che si svolgeranno all'interno di strutture comunali, centri giovanili e chiese. Anche in questo caso, i principali destinatari restano in assoluto i Neet. 

L’annuncio arriva dall’Assessore ai Giovani del Comune di Napoli, Alessandra Clemente. “Ad oggi – spiega – il Comune di Napoli, grazie al programma curato dall’assessorato ai Giovani, ha accolto già 230 giovani under 30 che hanno vissuto un’esperienza all’interno degli uffici comunali arricchendo il proprio bagaglio di conoscenze. I due progetti attivi “Napoli Museo Aperto” e “Napoli Città Giovane” prevedono un percorso di formazione retribuita con 500 euro al mese di indennità, della durata di 6 mesi, all’interno della rete dei Centri giovanili comunali, delle Chiese aderenti e delle strutture culturali del Comune di Napoli”. 

Per tutti coloro che sono interessati, l’invito è visitare al più presto la pagina dedicata sul sito Lavoro Campania: qui potrete sapere con certezza quali sono le posizioni aperte visitando la sezione apposita “Incrocio domanda/offerta”.

Nessun commento:

Posta un commento