martedì 28 agosto 2018

Lo scrittore De Giovanni presenta il suo nuovo Ricciardi

di Antonio Ianuale 

Risultati immagini per maurizio de giovanni
Maurizio De Giovanni
Grande successo di pubblico e critica per il nuovo romanzo del giallista partenopeo Maurizio De Giovanni: “Il Purgatorio dell’angelo, Confessione per il commissario Ricciardi” che è l’undicesimo libro della serie del commissario Ricciardi. L’uscita del nuovo romanzo è pervasa anche dalla malinconia dato che De Giovanni ha deciso di concludere il ciclo del commissario Ricciardi: il prossimo romanzo, in uscita nel 2019 sarà infatti l’ultimo, con l’epilogo riservato a Ricciardi già nella testa di De Giovanni ma tenuto top secret. 

Luigi Alfredo Ricciardi è un commissario che vive nella Napoli degli anni 30, è abile, intuitivo e cerca sempre la verità, ma al contempo è ambiguo, solitario, con difficoltà nelle relazioni personali. Ricco di famiglia, si fregia del titolo di barone, ma nonostante gli agi della sua posizione ha deciso di entrare in polizia.

Vive da solo, con una governante che gli prepara da mangiare e i suoi unici amici sono il brigadiere Maione, profondo conoscitore della realtà napoletana e il dottor Modo, medico legale che lo aiuta nelle indagini. Ricciardi ha un dono: riesce a percepire le ultime parole dei morti sui cui indaga, ma questo dono è anche la sua maledizione che lo allontana dalla sua vicina di casa, Enrica che lo ama nonostante il suo comportamento ambiguo e talvolta irritante. A contrastare la loro unione è anche la famiglia della donna che non vede in maniera favorevole il rapporto tra i due amanti. 

L’indagine del commissario si sviluppa parallelamente ad uno scavo psicologico nelle incertezze e nei timori di Ricciardi, che evidenzia sempre il suo lato umano nella risoluzione degli intrighi. La linea che separa i colpevoli dagli innocenti è sempre molto sottile, in una città come Napoli degli anni 30’ che presenta gli stessi problemi, le stesse contraddizioni della Napoli di oggi. 

Nel nuovo libro Ricciardi deve indagare sulla morte di un gesuita, amato da tutti ma ucciso barbaramente a Posillipo. Le indagini lo costringeranno a scavare nel passato del frate, ma al tempo stesso analizzerà il suo rapporto con Enrica, alla ricerca di una stabilità che sembra sempre più complicata e difficile. 

Il successo di De Giovanni è testimoniato dalla realizzazione televisiva dell’altro ciclo di romanzi gialli: I bastardi di Pizzofalcone, portati in televisione con il volto di Alessandro Gassman, che hanno riscosso un grande successo di pubblico. 

De Giovanni è insieme ad Andrea Camilleri il giallista più apprezzato e più proficuo. Con la chiusura del ciclo di Ricciardi, De Giovanni è già pronto ad un nuovo personaggio, Sara, ex poliziotto che adesso lavora per i servizi segreti, introdotto nel libro uscito ad aprile 2018. Riuscirà a non far rimpiangere il commissario Ricciardi ormai al passo d’addio? Ai lettori spetterà rispondere a questo interrogativo.



Nessun commento:

Posta un commento