lunedì 26 novembre 2018

Maxi concorso della Regione Campania: il bando a febbraio

di Antonio Ianuale 

Anno nuovo, buone nuove: almeno stavolta davvero sembrano arrivare buone nuove per i tanti interessati alla lotteria dei concorsi pubblici. La Regione Campania con la delibera n. 625 del 09/10/2018 ha infatti incaricato il Formez PA di avviare le procedure concorsuali relative al piano per il lavoro nel settore pubblico in Campania. 

I posti disponibili saranno 10mila con contratto a tempo indeterminato, da assumere nel corso di due anni, con il bando previsto per febbraio del 2019. Il percorso prevede, oltre al reclutamento tramite concorso, formazione e un tirocinio retribuito della durata di dieci mesi

Il concorso è riservato sia ai diplomati che ai laureati, mentre non dovrebbero esserci posti per coloro in possesso della licenza media. Non dovrebbe esserci né un limite di età né la necessità della residenza nella Regione Campania. Nelle prime stime ci si attende una partecipazione di circa 200.000 candidati che saranno spalmati in circa trenta giorni di prove. Le figure professionali assunte lavoreranno in questi ambiti: servizi finanziari e tributari, amministrazione, servizi sociali, area tecnica

Le fasi del concorso sono state delineate in modo chiaro e esauriente: la prima prova, come norma nei concorsi ad alta partecipazione, sarà la prova preselettiva consistente nella risoluzione di test critico verbali, logico matematici e di abilità visiva. Sarà disponibile una banca dati per prepararsi al meglio. Superata la fase preselettiva i candidati per ognuno dei profili messi a concorso, affronteranno due prove scritte e una prova orale: la prima prova scritta sarà un test a risposta multipla relativi alle materie e/o ambiti disciplinari specifici del profilo concorsuale, dove verranno accertate anche le conoscenze linguistiche e quelle informatiche; la seconda prova scritta servirà a valutare la competenza tecnico professionali e si articolerà con quesiti a risposta sintetica

Per la prova orale la delibera non ha stabilito alcuna modalità. In seguito si provvederà alla graduatoria dei primi 10.000 candidati assegnati alle singole amministrazioni per un tirocinio formativo tecnico pratico della durata di dieci mesi. Infine ci sarà la prova finale, che consisterà in un elaborato scritto, a cui farà seguito la pubblicazione della graduatoria con i vincitori e gli idonei. 

L’ambizioso piano per l’occupazione promosso dalla Regione Campania ha l’obiettivo di innovare la pubblica amministrazione attraverso l’inserimento di diversi profili professionali e colmare le carenze di impiegati che si segnalano negli uffici tecnici, per figure come geometri e ingegneri, e tra gli istruttori amministrativi. 



Nessun commento:

Posta un commento