martedì 18 dicembre 2018

A Napoli la vita è felicità. E lo dimostra uno studio di settore

di Teresa Uomo 

Tutti noi siamo accomunati dallo stesso desiderio: essere felici! La felicità è il fine ultimo di tutte le scelte che facciamo. Quando si parla di felicità ognuno dà un senso diverso a questa parola. C’è chi identifica la felicità con un momento di euforia per qualcosa di straordinario che entra nella propria vita, o per un regalo, o per un incontro inaspettato, o per un obiettivo raggiunto. C’è chi invece identifica la felicità in quel sentimento di benessere, di pace interiore che si raggiunge quando si è in armonia con se stessi e con il mondo, quella serenità appagante che ci fa essere contenti e compiaciuti della nostra esistenza, e che ci resta nonostante le difficoltà della vita, nonostante gli alti e bassi, nonostante tutto. 

Si può imparare ad essere felici. Da dove si parte? Dalla mente umana, perché è proprio lei la principale artefice della nostra felicità o infelicità. Secondo i neuroscienziati la mente produce circa 60mila pensieri al giorno, ed è dalla qualità di questi pensieri che dipende gran parte della qualità della nostra esistenza. 

E se, dunque, si vuol vivere una vita fatta di felicità bisogna stare a Napoli, visto che nel resto d’Italia la depressione la fa da padrona. Si sostiene che la depressione stia diventando sempre di più la “malattia degli italiani”. Secondo l’Osservatorio Mondiale della Sanità c’è una grande diffusione della depressione nel Bel Paese. Stando alle ricerche, questa gigantesca diffusione è stata registrata soprattutto nei paesi economicamente poco sviluppati. Ad andare contro tendenza è Napoli

La cosa ha reso orgoglioso anche il Sindaco de Magistris, il quale ha detto che amiamo la nostra città, e questo amore ci ha portato a crescere talmente tanto che negli ultimi anni tutti vogliono venire a Napoli. Qui impari ad apprezzare le bellezze che la storia ci ha preservato da secoli, andirivieni di turisti e città affollate, le file chilometriche nelle pizzerie e nelle pasticcerie, i teatri che coinvolgono i bambini, ed anche i panni stesi che affacciano sulla città. 

Napoli è una città con mille problemi, ma nonostante ciò, non esiste la tristezza poiché c’è un modo di vivere fatto con la filosofia dell’accontentarsi di quello che si possiede. È una città in cui si mescolano cuore, entusiasmo, passione, generosità. Ci si innamora subito di questo luogo. Ci si innamora dei contrasti tra la moda e la vita, tra il moderno ed il classico, e ci si innamora della gente perché sono tutti molto sinceri ed espressivi. E' proprio così. Napoli è una città con un grande cuore. 



Nessun commento:

Posta un commento