martedì 29 gennaio 2019

Adolescenti e social network: pro e contro

di Teresa Uomo

I social network occupano ormai spazio e tempo nella vita di molti ragazzi. È raro infatti trovare qualche adolescente che non abbia un profilo social. Ormai questi siti raccolgono la maggior parte della popolazione ed hanno un impatto sociale su persone di tutte le età, ma soprattutto sui giovani. Ci poniamo una domanda: questa vita virtuale è proprio così importante nella vita di ognuno di noi? 

Secondo lo scrittore Jonathan Franzen non è così: i social network stimolano la creazione di una cultura banale e superficiale, rendendo i ragazzi incapaci di socializzare, creando così dipendenza e distaccando i giovani dalla vita reale, facendo loro perdere i veri principi, in primis quello della vera comunicazione, la comunicazione “face-to-face”. Questa dipendenza può anche causare un allontanamento dallo studio. 

Diversi i motivi per i quali si utilizzano i social media. 

I social network producono anche effetti negativi sulla nostra salute mentale, colpevoli di creare depressione, ansia, privazione di sonno e portare molti utenti ad avere problemi con l’immagine del proprio corpo. 

E' evidente che i social sono ormai parte integrante della nostra vita quotidiana. Questo è un dato di fatto indiscutibile. Attraverso di essi le distanze si sono accorciate: basta davvero poco per mettersi in contatto con persone che possono trovarsi anche dall’altra parte del mondo. 

C’è però da dire che se usati sconsideratamente i social network possono diventare alienanti e si può perdere quasi del tutto il contatto con la realtà. 

La comunicazione è cambiata, perché è cambiato il modo di approcciarsi ad essa e di conseguenza il modo di approcciarsi agli altri, al contrario della scrittura, del telefono, dei media, di Internet, che ci permettono di scambiare informazioni con gli altri. 

Con le nuove tecnologie sono cambiati i ritmi, non c’è più il tempo di scriversi una lettera, non c’è più la voglia di parlare per troppo tempo al telefono. Oramai tutto è più veloce, ma al contempo tutto è più freddo, perché le informazioni passano attraverso uno schermo, dove non c’è tono, non c’è enfasi, non c’è rapporto umano in particolar modo. 

Comodo sicuramente, ma al contempo estraniante dalla realtà. Ecco perchè il consiglio rimane sempre lo stesso: va benissimo utilizzarli, ma come tutte le cose, sempre con moderazione.



Nessun commento:

Posta un commento