martedì 16 aprile 2019

Lezioni di Storia Festival per la prima volta a Napoli: ecco quando

di Antonio Ianuale 

Il Festival della Storia sbarca a Napoli, facendo tappa nei luoghi più prestigiosi ed affascinanti del capoluogo campano: Teatro Bellini, Museo Archeologico Nazionale, Museo Madre, Conservatorio San Pietro a Majella, all’Accademia di Belle Arti solo per citarne alcuni dei luoghi che ospiteranno incontri e seminari sulla storia. Il Festival, in programma dal 25 al 28 aprile, è progettato e ideato dall’editore Laterza con la Regione Campania. 

L'evento è organizzato dall’Associazione “A voce alta” e dalla Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini, con la partnership di MANN, Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina - Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, Accademia di Belle Arti, Conservatorio San Pietro a Majella e Liceo Antonio Genovesi. Tra questi luoghi si svilupperanno i trenta appuntamenti e alcuni eventi ad essi correlati. 

Il tema della prima edizione napoletana è Il Passato e Presente: in un epoca in cui la memoria storica è sempre più latente, oggetto di rivisitazione, un evento del genere riporta al centro la materia storica e cerca di avvicinare soprattutto i più giovani agli eventi che hanno plasmato la nostra realtà. 

Il Festival è stato suddiviso in una serie di percorsi tematici per permettere una sorta di orientamento al pubblico interessato: I maestri, La storia nell'arte, Noi e gli antichi, I volti del potere, Grandi Racconti, Il tempo della musica, Orizzonti e In questione

Gli incontri e i protagonisti sono davvero tanti ed è impossibile elencarli tutti: tra i più famosi e conosciuti storici italiani e stranieri che si alterneranno sul palco, nelle sale, nelle aule magne, nelle librerie di Napoli vi saranno: l’archeologo ed accademico Andrea Carandini racconterà la lotta di Agrippina per il potere nella Roma antica; lo storico specializzato in storia medievale Alessandro Barbero che racconterà le tre l’Europa ai tempi di Carlo Magno, Napoleone ed Hitler; la storica Eva Cantarella che introdurrà il pubblico nel mondo della mitologia greca, mentre il filosofo Luciano Canfora terrà una lezione sul tirannicidio nella suggestiva cornice del Mann, lo storico britannico, esperto della criminalità italiana, John Dickie racconterà i segreti della massoneria. 

Anche la tecnologia riveste un ruolo importante e suggestivo: grazie all’utilizzo dell’applicazione artechat, i visitatori potranno ascoltare le storie e i racconti biografici dalle stesse statue di personaggi come: Dante, Ercole Farnese, Carlo III di Spagna, Federico II di Svevia, Ferdinando I e il Dio Nilo. I luoghi saranno indicati anche nella mappa con le attività del Festival. Tutte le informazioni e il calendario completo degli incontri è consultabile sul sito dedicato: www.lezionidistoriafestival.it



Nessun commento:

Posta un commento